Smog alle stelle, la città in ginocchio Raggi ferma i diesel anche venerdì 17

Smog alle stelle, Roma e la Raggi in ginocchio: diesel fermi anche venerdì 17

.cnt-body iframe {width: 100%;}
#instagram-embed iframe {width:600px; height:115vh;display:block;}<!–

–>

.Resp_-_top_contenuto_- { width: 280px; height: 90px;}
@media(min-width: 800px) { .Resp_-_top_contenuto_- { width: 420px; height:80px;} }

<!– –>

Smog a Roma, la Raggi in ginocchio: l’emergenza polveri sottili continua ed il sindaco M5S prolunga anche a venerdì 17 gennaio il blocco della circolazione per tutti i veicoli privati diesel, Euro 6 compresi, e quelli a benzina più inquinanti. Il tutto condito, come da routine, dalla limitazione degli impianti di riscaldamento.

 

La decisone era inevitabile, come anticipato da Affaritaliani, a causa delle previsioni di Pm10 che l’Arpa Lazio aveva inviato al Comune in mattinata. La limitazione riguarderà tutti i veicoli privati alimentati a gasolio che non potranno circolare nella Z.T.L. “Fascia Verde” di Roma in due fasce orarie: divieto di circolazione dalle ore 7.30 alle 10.30 e dalle ore 16.30 alle 20.30 per tutti gli autoveicoli diesel da “Euro 3” fino a “Euro 6”.

Il provvedimento stabilisce anche dalle ore 7.30 alle 20.30 la limitazione della circolazione veicolare nella Z.T.L. “Fascia Verde” di Roma per i ciclomotori e motoveicoli “Euro 0” ed “Euro 1” e gli autoveicoli Benzina “Euro 2”. Resta l’interdizione completa all’ingresso nella “Fascia Verde” per i veicoli a motore diesel “Euro 1” ed “Euro 2” e benzina “Euro 1”.

Inoltre, l’ordinanza prevede che gli impianti termici dovranno essere gestiti in modo da garantire una temperatura dell’aria negli ambienti non superiore a 18°C o 17°C in funzione del tipo di edificio.

“Gli interventi – scrive il Campidoglio in una nota – sono stati adottati sulla base dei criteri indicati nel Piano di intervento operativo, come stabilito dalla delibera n.76 del 28 ottobre 2016. I rilevamenti hanno, infatti, evidenziato livelli di inquinamento elevati e una situazione prevista di forte e persistente criticità nei prossimi giorni”. Il testo dell’ordinanza e le relative deroghe sono riportati online sul portale di Roma Capitale.

Smog: Raggi, blocco è come aprire finestre in stanza piena fumo

“Immaginiamo una stanza con le porte e le finestre chiuse, come l’area fumatori di un aeroporto, e 10 persone che fumano al suo interno. L’aria in breve tempo diventa irrespirabile. C’è un problema: le porte non possono essere aperte. Rimanere così al suo interno è insostenibile. A quel punto per migliorare la situazione viene chiesto a cinque persone di non fumare. L’aria nella stanza continua ad essere densa di fumo ma almeno si evita che peggiori. E’ quello che sta accadendo a Roma dove, in questi giorni, l’aria registra una alta concentrazione di polveri dannose alla salute anche a causa dei gas di scarico delle automobili e delle condizioni climatiche che ne favoriscono l’accumulo”, scrive la Raggi su Facebook, motivando il prolungamento delle ordinanze di blocco della circolazione. “Come amministrazione siamo intervenuti con gli strumenti emergenziali a disposizione – prosegue – negli orari più trafficati, abbiamo vietato la circolazione alle automobili più inquinanti. E’ come se avessimo chiesto a una parte dei fumatori di non appesantire ancora di più l’aria della stanza chiusa. Se non intervenissimo la situazione peggiorerebbe e il ritorno alla normalità sarebbe più lontano. C’è chi dice che i motori diesel euro 6 non inquinano. Non è proprio così”.

Smog incubo di Roma, Raggi nel panico da diesel: sarà blocco anche venerdì 17

<!– –>Leggi l’articolo originale – http://www.affaritaliani.it/roma/smog-alle-stelle-roma-la-raggi-in-ginocchio-diesel-fermi-anche-venerdi-17-647261.html?ref=ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi