Ostia, blitz di Salvini nelle case popolari “Raggi dimettiti, non sei all’altezza”

Salvini si prende Ostia, blitz nelle case popolari: “Raggi non all'altezza”

.cnt-body iframe {width: 100%;}<!–

–>

.Resp_-_top_contenuto_- { width: 280px; height: 90px;}
@media(min-width: 800px) { .Resp_-_top_contenuto_- { width: 420px; height:80px;} }

<!– –>

Matteo Salvini si prende Ostia. Il tour per i quartieri della Capitale, dopo piazza Epiro e Tor Pignattara, fa tappa nelle case popolari di Nuova Ostia: “Di solito quando io mi muovo a Roma la Raggi si arrabbia e mi insulta. La signora potrebbe fare altro nella vita perché di fare il sindaco non è capace”.

 

Prosegue con una passeggiata tra le “case di sabbia” di Nuova Ostia, abitazioni di edilizia popolare già di proprietà dell’immobiliarista Armellini a due passi dal litorale romano, la campagna di ascolto settimanale dei territori della Capitale di Matteo Salvini, con obiettivo a lungo termine le elezioni per il Campidoglio nel 2021. Qui la manutenzione è carente e i cornicioni crollano frequentemente, come testimoniato dai calcinacci accumulati agli angoli delle strade.

Salvini ha visitato uno degli appartamenti della zona, fortemente degradata e soggetta a penetrazione della criminalità organizzata. Le abitazioni infatti si trovano vicino a piazza Gasparri, considerato dalle forze dell’ordine “feudo di spaccio” anche dei clan del litorale.

Durante la passeggiata Salvini tocca anche il tanto discusso tema dei rifiuti. “Decine di milioni di euro vengono sprecati – dice l’ex ministro degli Interni – perché i sacrifici dei romani che fanno la raccolta differenziata poi finiscono negli stessi cassonetti. E quindi mi domando con quale criterio, con quale dignità il Comune di Roma imponga questi sacrifici ai cittadini. E’ uno dei tanti motivi per cui la signora Raggi potrebbe fare altro nella vita che non il sindaco di Roma, perché non è assolutamente all’altezza”.

Applausi per Salvini dai balconi di diversi palazzi delle case popolari tra chi lo incita a “fare presto a governare Roma” e chi gli dice “vogliamo te al governo”. Tra selfie e strette di mano Salvini ha passeggiato per circa un’ora nella zona fino ad arrivare sul lungomare. Accompagnato dal capogruppo della Lega in Campidoglio, Maurizio Politi, Salvini ha prelevato un frammento di calcinacci delle case popolari promettendo di mostrarlo stasera in televisione a “Fuori dal Coro” su Rete 4.

Ad attenderlo nella zona del litorale anche un cartello di contestazione di militanti a 5 Stelle: “Salvini, li hanno già arrestati tutti, tornatene al Papete Beach”. Il cartello è una ripresa del post che ha pubblicato su Facebook nella mattinata da Paolo Ferrara, consigliere comunale M5S. Ferrara aveva scritto, pubblicando una foto di Salvini in discoteca: “Salvini lo sai che ad Ostia li hanno già arrestati tutti? Proprio così è successo mentre tu invece di fare il ministro andavi al mare ad affogarti di mojito. La musica del Papeete ti ha sicuramente distratto mentre uomini valorosi hanno arrestato gli Spada e fatto la guerra alla mafia. Tu dove stavi? Vederti qui ora a cose fatte e dopo che noi ci abbiamo messo la faccia è una vergogna. Chiacchieravi prima e lo fai ancora di più adesso. Ostia non ti vuole perché ti conosce”.

Prima di lasciare il quartiere, Salvini annuncia la data in cui presenterà il programma di governo per Roma. “Il 28 novembre – dice il leader della Lega – faremo un’iniziativa cittadina, all’Eur, per lanciare la campagna e il programma della Lega per Roma”. Quella potrebbe essere la data in cui la Salvini annuncerà il proprio candidato sindaco alle elezioni del 2021.

<!– –>Leggi l’articolo originale – http://www.affaritaliani.it/roma/salvini-si-prende-ostia-blitz-nelle-case-popolari-raggi-non-all-altezza-635598.html?ref=ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi