Sanità, lo zar Zingaretti dà il via alle nomine d’agosto Alla Rm 6 va Antonucci, “senza i requisiti di legge” Denuncia Aurigemma, Forza Italia: “Un abuso di potere”

Zingaretti, la furbata d'agosto. alla Asl Rm 6 un dirigente “senza requisiti”

.cnt-body iframe {width: 100%;}

.Resp_-_top_contenuto_- { width: 280px; height: 90px;}
@media(min-width: 800px) { .Resp_-_top_contenuto_- { width: 420px; height:80px;} }
<!– –>

di Fabio Carosi

Nomine nella sanità del Lazio, la furbata di agosto di Nicola Zingaretti è servita. E’ datata 8 agosto la delibera con la quale il Governatore del Lazio e segretario del Pd, seppur alle prese con la crisi di Governo e le vacanze, rivoluziona la Asl Roma 6, quella che ha competenza sul litorale di Ardea, Albano, Anzio e Castelli Romani.

Dal cilindro del governatore spunta la nomina del nuovo Direttore Amministrativo, Tommaso Antonucci per il quale si scatena la bufera. E’ infatti il capogruppo di Forza Italia alla regione, Antonello Aurigemma a scoprire che Antonucci “non avrebbe i requisiti previsti dalla legge che regola le nomine, avendo solo due anni di esperienza in strutture sanitarie pubbliche o provate di medie e grandi dimensioni, al posto dei 5 richiesti”.

Mentre il resto Consiglio regionale è in vacanza, Aurigemma ha così presentato un’interrogazione a risposta urgente al presidente del Consiglio regione del Lazio,Mauri Buschini, chiedendo di sapere “se risulta legittima la nomina di Antonucci a direttore amministrativo e quali provvedimenti intende adottare verso il direttore generale che ha certificato la presenza di requisiti inesistenti, abusando dei suoi poteri di nomina”.

Oa la nomina di Antonucci fa scalpore per due motivi. Il primo è che lo stesso ha già avuto un’esperienza alla Regione Lazio per poi passare al privato; il secondo è che la nomina fa parte del giro di poltrone nella sanità che ha preso il via con la cessione del cartellino di Manuel Festuccia che il 7 agosto è passato all’Istituto Zooprofilattico di Lazio e Toscana. Un giro di poltrone in pieno agosto che permette ai vertici della Regione di procedere alla ridefinizione degli incarichi del settore sanitario, in assenza di qualsiasi controllo politico. Segno che il vizietto dei blitz agostani è sempre in vigore.

Leggi il testo della delibera di nomina

Leggi il testo dell’interrogazione di Aurigemma

Zingaretti denunciato all’Anticorruzione: nomine alle Asl, la furbata d’agosto

<!– –>Leggi l’articolo originale – http://www.affaritaliani.it/roma/zingaretti-la-furbata-agosto-alla-asl-rm-6-un-dirigente-senza-requisiti-620795.html?ref=ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Chiudi